-25Giorni -14Ore 00Minuti -3Secondi

Corri in rosa: domenica 12 novembre oltre 2800 donne al via a S. Vendemiano

9 novembre 2023

Partecipanti in arrivo da varie regioni d’Italia, con presenze anche estere

Lo start alle ore 10 di fronte al municipio; due i percorsi di 6,5 e di 13 km

Ci siamo. Domenica 12 novembre alle ore 10.00 in via De Gasperi di fronte al municipio di San Vendemiano (TV) scatterà la nona edizione della Corri in rosa. Al via ci saranno più di 2800 donne, tutte insieme, per contribuire alla lotta contro il tumore al seno. Quest’anno la prima corsa tutta rosa del Triveneto, nata nel 2014, ha sposato un nuovo progetto, quella della Radiologia Senologica dell’Ulss 2 Marca trevigiana e contribuirà all’acquisto di un applicativo di Intelligenza Artificiale che assista i medici nella valutazione delle mammografie effettuate come approfondimento di secondo livello nel programma di screening mammografico ma anche per le mammografie in donne sintomatiche oppure di follow up in quelle operate per un pregresso tumore alla mammella. Un’importante iniziativa di prevenzione, da sempre il focus della corsa organizzata da Tri Veneto Run, con il supporto tecnico di Maratona di Treviso. Il calendario di avvicinamento ha visto anche l’organizzazione, in collaborazione proprio con l’Ulss 2, dell’incontro pubblico “Alleanze virtuose: l’attività fisica e lo screening”, che si è svolto il 31 ottobre al Dina Orsi di Conegliano, con protagoniste le dottoresse dell’ULSS 2, Manuela Mazzetto, responsabile dell’Unità operativa semplice Programmi di screening e Claudia Maria Weiss, responsabile dell’Unità operativa semplice Radiologia senologica e referente diagnostico del programma di screening mammografico, moderate da Franco Bragagna, storico giornalista di Rai Sport.

Tra le iscritte della nona Corri in rosa, evento che punta sulla prevenzione anche promuovendo il movimento, sia come corsa ma anche come semplice camminata, la fascia d’età più rappresentata è quella tra i 50 e i 59 anni (806), seguita da quella tra i 40 e i 49 anni (604) e da quella tra i 60 e i 69 anni (420). Le over 70 sono oltre cento, mentre le under 20 oltre 300. Le partecipanti arriveranno da varie regioni d’Italia extra Veneto (come Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Toscana, Trentino) e qualcuna anche dall’estero (Francia e Gran Bretagna).

Il programma di domenica, prevede, dopo lo start alle ore 10.00, l’apertura del pasta party alle ore 11.00 e la premiazione dei gruppi più numerosi alle 12.30. Dopo la partenza le donne potranno scegliere tra due percorsi, quello più breve di 6,5 km o quello più lungo di 13 km, che toccherà anche la Calpena, particolarmente suggestiva con i colori autunnali. E per chi vorrà pure “allenarsi”, ci sarà l’occasione di una “pausa” dalla corsa o camminata nel campo di allenamento dell’Asd Hercules (military fitness) in via San Giuseppe che sarà toccato dalla Corri in rosa (le donne che lo desidereranno potranno affrontare un paio di ostacoli e un veloce esercizio a corpo libero). La stessa Asd proporrà nel pomeriggio di sabato 11 novembre davanti alla segreteria di gara un minipercorso dedicato a bambini e bambine.

Sarà possibile ritirare pettorale, maglietta rosa dell’evento e pacco gara nella segreteria di gara posizionata presso il palaghiaccio sanvendemianese, in via De Gasperi a ridosso della partenza, sabato 11 novembre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00 e domenica 12 novembre dalle 8.00 alle 9.30.

A sostenere la Corri in rosa, evento organizzato da Asd Tri Veneto Run con il supporto tecnico di Maratona di Treviso, sotto l’egida dell’Us Acli di Treviso, ci sono oltre al Comune di San Vendemiano, le aziende amiche Alì Supermercati, Il Tulipano, Agenzia Italia, Farmacia Carli, Banca Prealpi Sanbiagio, Arteba, Tecnosteel, Sogno Veneto, Piovesana, San Benedetto, Scatolificio Sarcinelli, Centrofrutta Conegliano, Perlage Winery, Silca SpA e Radio Company. Fondamentale anche il supporto di tante associazioni del territorio, che scenderanno in campo con i propri volontari per rendere possibile l’evento.