-4Giorni -23Ore -4Minuti -25Secondi

Superate le 1.000 iscrizioni alla Corri in rosa, ormai un successo di sport e solidarietà

Correranno anche Laura Giordano (Silca Conegliano) e Anastasia Danchinova (ex Industriali Conegliano)

Domenica 23 novembre a S. Vendemiano (TV) sarà un lungo serpentone; le iscrizioni chiudono lunedì 17

Una donna chiama a raccolta le altre donne. Per raccogliere fondi per quelle donne che lottano contro il tumore al seno. La risposta non si è fatta attendere. Per la solidarietà scenderanno in strada oltre 1.000 podiste e camminatrici, quelle che si sono già iscritte alla “Corri in rosa”, la marcia non competitiva ideata da Valerie Delcourt, collaboratrice di Maratona di Treviso. L’appuntamento, imperdibile, è fissato alle 10 di domenica 23 novembre 2014, quando davanti al municipio di San Vendemiano (TV), prenderà il via un lungo serpentone rosa. Tra le 1.000 donne in rosa con il pettorale prenotato (per iscriversi c’è ancora tempo fino a lunedì 17 novembre) brillano atlete ed ex atlete di Atletica Silca Conegliano: hanno già dato conferma della loro partecipazione (e questa volta non guarderanno di certo il cronometro), Laura Giordano, già fuoriclasse del duathlon e vincitrice di mezze maratone e maratone (l’anno scorso ha fatto nuovamente sua la Treviso Marathon 1.1) e Anastasia Danchinova, nazionale russa specialista del mezzofondo che ha indossato la casacca dell’Atletica Industriali Conegliano a metà anni Novanta. Nei prossimi giorni sicuramente il parterre si infittirà di altri nomi importanti.

La manifestazione podistica, riservata alle sole donne, è proposta in due percorsi, uno breve di 5 km (ideale anche per chi preferisce camminare) o uno più lungo di 10 km. Il ricavato delle iscrizioni sarà devoluto all’Associazione Renzo e Pia Fiorot di San Fior, che da più di 30 anni assiste e sostiene i malati di tumore. Per iscriversi, entro lunedì 17 novembre, basta collegarsi al sito www.trevisomarathon.com/it/maratona/corri-in-rosa dove un link indirizzerà alla schermata di Enternow per completare la procedura. È possibile anche compilare il volantino (inviandolo via fax al numero 0438-413475 o via mail a iscrizioni@trevisomarathon.com) e recarsi direttamente alla segreteria della Maratona di Treviso in via Martiri delle Foibe 18/B, nella zona industriale di Scomigo, in comune di Conegliano, da lunedì al venerdì dalle 8 alle 18.

In regalo la maglietta rosa griffata PaleXtra da indossare proprio nel giorno della manifestazione per creare l’impatto di un lungo serpentone colorato. Previsto anche un pacco gara. La quota di partecipazione è di 12 euro dai 18 anni in su, 7 euro per le minori. Saranno premiati i primi tre gruppi più numerosi (al momento in testa con 100 iscritte c’è il Fuel to run di Conegliano). Per i dettagli visitare il sito www.trevisomarathon.com e cliccare sul banner “Corri in rosa” o la pagina Facebook “Corri in rosa”.

“Un successo che non mi aspettavo, ma si sa, quando si fa appello alle donne per importanti motivi come la solidarietà la risposta solitamente non manca – ha commentato Valerie – sono soddisfatta che sia stato recepito il mio importante messaggio, quello di correre tutte insieme, noi donne, per raccogliere fondi per la prevenzione e la cura del tumore al seno. Insieme possiamo farcela, ogni piccolo grande passo nella direzione della lotta al tumore è già una piccola grande vittoria. Veicolare un messaggio di solidarietà attraverso la corsa, sport della quale mi sono appassionata, è poi un’occasione ancora più potente. Ringrazio tutte coloro che scenderanno in strada accanto a me e tutti coloro che sono stati fin da subito al mio fianco e mi hanno aiutato nell’organizzazione”.

L’entusiasmo attorno alla “Corri in rosa” è palpabile, non solo nelle parole delle concorrenti, ma anche in quella ventina di partner che hanno accolto l’appello di Valerie e del Comune di San Vendemiano, che si è reso subito disponibile a collaborare per rendere possibile la manifestazione.

 Un successo inaspettato che ha “costretto”, ben volentieri, lo staff della Maratona di Treviso agli straordinari per riorganizzare al meglio logistica, realizzazione e distribuzione dei pacchi gara. Ad un certo punto era stata valutata anche l’ipotesi di chiudere le iscrizioni una volta raggiunte le mille partecipanti, ma questo non accadrà. Valerie rinnova quindi a donne e ragazze l’appello a partecipare a questa giornata di sport e solidarietà.